Blog: http://pdcantarana.ilcannocchiale.it

Comunità collinare: un deludente primo consiglio

Mercoledì 2 settembre in quel di Castellero ha avuto luogo il primo consiglio della comunità collinare Valtriversa, come consigliere vi ho artecipato e non posso che registrare una assoluta, totale, completa delusione.
Ero già stato nel consiglio dell'Unione dal 2000 al 2004 e mi rammarico di constatare che, a quanto pare, la disgraziata situazione di allora non è migliorata.
Nello specifico (non esserdoci stati molti punti all'ordine del giorno) mi riferisco alla elezione del presidente.
Mi chiarisco subito: non ho nulla contro il neo-presidente Roberto Campia, nulla di personale, nulla di nulla, prova ne è che l'ho votato (con voto palese, altro evidente difetto di democrazia dello statuto dell'unione), ma per la forma che definisco assolutamente delirante.
Il consigliere Paolo Volpe (Villafranca d'Asti) ha chiesto al candidato presidente Campia di fornire, prima della votazione, uno "straccio" di programma o per lo meno le intenzioni per il proprio mandato. Dunque, parliamoci chiaro, una risposta a questa domanda mi pare il minimo, una cosa dovuta, logica, irrinunciabile, "io ti voto se mi dici cosa vorrai fare dopo".
Invece, apriti cielo!
Sia Campia che altri sindaci hanno ribadito l'assurdo concetto (antidemocratrico, oscurantista, assolutista) "prima voti, poi ti dirò che cosa farò"... un mandato in bianco insomma.
Io Campia l'ho votato, come ho detto, pur essendo profondamente irritato dal sistema, l'ho fatto per la stima alla persona, Roberto è un uomo di buon senso e con i tempi che corrono è già molto. Ma non sono disposto ad ulteriori crediti nei confronti di un gruppo di sindaci che con questo consiglio si è dimostrato tutt'altro che incline a qualsiasi dialogo.
Tra l'altro le parole di Campia neo eletto sono state che nessun consigliere si deve sentire nell'Unione di minoranza come nei rispettivi comuni, poi tra i banchi del consiglio girava l'elenco dei componenti con indicato a chiare lettere chi era di minoranza, anche questo lo giudico un pessimo segnale di parole che rimarranno tali e di fatti che per il momento non danno segnali di arrivare.
La mia personale solidarietà va a Paolo Volpe che si è astenuto per i motivi che ho esposto, lo capisco, lo comprendo, e forse ha ragione proprio lui.
In ogni caso auguro al presidente Campia un buon lavoro e per tutti i cittadini dei nostri amati comuni, possano godere di un ente ben lontano da quello che ho descritto e che io mi sbagli su tutto, ma purtroppo, temo, che il contrario vada del tutto dimostrato, i fatti che ho esposto no!

Pubblicato il 4/9/2009 alle 16.7 nella rubrica avvenimenti.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web