.
Annunci online

Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 51415 volte


Ugualianza per tutti, ma non per il papa
16 gennaio 2008
 

Mentre mi preparavo ad aprire questo blog, che come scopo ha il locale non il globale, mi capita tra capo e collo la notiziona dell'università la Sapienza di Roma. Certo avevo in mente di tenere una "rubrichetta" per scrivere mie opinioni su notizie che giungevano dal mondo, ma non averi mai pensato che il mio primo post fosse proprio inerente a questo.
Penso però che alcune righe su questo argomento ci possano anche stare, anzi ci debbano stare.
Non sto qui a discutere le motivazioni dei professori, anche se non le condivido, ne quelle degli studenti che sono troppo giovani per poter paragonare il loro agire al fascismo, ma mi soffermo sulle conseguenze.
Mi aspetterei che tutti (specialmente dei professori universitari) capiscano la portata dei propri atti scritti o parole che siano. Ora trovo molto improbabile che portando avanti quella "maledetta" lettera nessuno di loro abbia previsto cosa sarebbe sucesso. Se non l'hanno previsto sono veramente ingenui e non mi stupirei se mi venissero a dire che credono ancora tutti a babbo natale.
Quindi, dal mio punto di vista, sapevano o dovevano sapere la reazione che gli studenti avrebbero avuto.
Poi è facile riempirsi la bocca con la parola, abusata, "laicità".
Ma la laicità italica è molto particolare, tutti hanno il diritto di parlare, ma se a parlare è il papa subito ci si appresta a correggere il tiro: "tutti possono parlare tranne il papa".
Poi Benedetto XVI non è un "papa qualunque" è uno dei più fini teologi del nostro tempo, io stesso non sempre ne condivido le idee e certo non ero tra quelli che "tifavano per lui" durante il conclave, ma non posso che inchinarmi davanti alla sua autorevolezza
Mi vergogno che poi molta (giovani in testa) di questa gente si dichiari di sinistra, me ne vergogno profondamente.
Quando mai un progressista, un laburista o un democratico nel mondo si sogna di zittire qualcuno, quando assomiglia questa mezza sinistraccia il fascismo.
La laicità ha ricevuto un duro colpo, dimostrando che qui da noi è ormai solo più un sinonimo di anticlericalismo, quanto siamo immaturi!
Plaudo a Prodi, a Rutelli, a Mussi hanno avuto la giusta reazione. Mi fa sorridere Boselli dire che il papa ha diritto di parlare ma anche il dissenso è semplicemente ridicolo, qui non era in discussione la libertà di dissenso che si è infatti espressa in forme non certo democratiche e tolleranti, ma la libertà di parola del papa.
La sinistra più evoluta, quella più matura prenda esempio da questa situazione, per non farla mai più ripetere.
E ai professori della Sapienza (i firmatari ovvio) annuncio ufficialmente che Babbo Natale non esiste, fatevene una ragione e andate avanti lo stesso!!!



permalink | inviato da marco.ferrero il 16/1/2008 alle 14:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
       febbraio